news

12  09  2008

Finanziamenti

Uno passo per un fondo all'audivisivo in Libano?

Il Festival Ayyam Beirut Al Cinema’iya lancia un appello per sostenere un lungometraggio libanese (feature or documetnary) già in produzione attraverso un fondo di sostegno creato grazie a una parte del ricavato del prezzo dei biglietti del festival Ayyam Beirut che si terrà dal 16 al 26 October 2008.

Quale soluzione potrebbe offrire il festival per attivare un fondo di sostegno per il quasi inesistente cinema libanese? La risposta è un’azione simbolica: un terso del prezzo dei biglietti di entrata andrà a sostegno alla produzione di un lungometraggio libanese sia esso feature che documentario.

Essendo il prezzo del biglietto di entrata di sole 3500 L.L., la somma raccolta sarà una piccola cosa, forse minima ( più o meno intorno alle 1000 LL per entrata); ma essa servirà forse a stimolare il Ministero della Cultura e ad incoraggiarlo ad imporre una tassa sugli introiti commerciali dei films nelle sale. Questa tassa - secondo il festival - finanzierebbe una parte importante del fondo di sostegno per il cinema libanese.

A chi si indirizza l’appello?

Ai produttori o registi libanesi che hanno un progetto di lungometraggio in produzione o post-produzione.

Come rispondere all’appello?

Inviare prima del 1 ottobre 2008 per e-mail all’indirizzo Ayam@beirutdc.org, soggetto: fondo di sostegno, una synopsis di massimo due pagine, un riassunto del budget del film e un paragrafo che spieghi lo stato di avanzamento della produzione del film.

Procedura di selezione

Una giuria studierà le domande e attribuirà il terso della somma raccolta dalle biglieterie al prescelto durante la serata di chiusura del festival, il 26 ottobre 2008.

La priorità verrà data ai progetti in uno stato avanzato di produzione.